Chi siamo

“ … tantissime gocce capaci di formare un torrente che, attraversando montagne, colline e pianure, alimenterà di pace e giustizia questo mare …”

… da questa idea di Adriano Sella, è nato nel 1995 a Vicenza il Movimento Gocce di Giustizia.Presentazione standard2

Basta beneficenza, basta assistenzialismo.
La giustizia può essere intesa solo come pari opportunità tra Nord e Sud del mondo e come il riconoscimento della dignità di ogni persona e popolo.
Il movimento Gocce di Giustizia si riconosce nella corrente dei gruppi che stanno facendo sentire la loro voce per non essere complici di questa economia neoliberista. E’ un movimento laico ch intende dialogare con tutti i soggetti politici, religiosi, economici e sociali.

OBIETTIVI

  • Contribuire a realizzare un nuovo stile di vita che promuova la sobrietà, riducendo gli sprechi.
  • Combattere la struttura ingiusta del sistema economico-neoliberista boicottando le imprese e le multinazionali che non rispettano i diritti dei lavoratori l’ambiente e i consumatori.
  • Educare al consumo consapevole per non essere manipolati e creare una coscienza critica.
  • Divulgare progetti e proposte che incentivino l’uso di risorse rinnovabili per promuovere una cultura eco-compatibile.
  • Promuovere relazioni umane giuste nei confronti dei popoli del sud e del nord del mondo (denuncia della ingistizie che impoveriscono e condannano alla miseria protezione dei bambini e della fascie sociali più deboli da condizionamenti e da comportamenti violenti).

Volantino Gocce di Giustizia

fotos

 

One Comment

  1. Distinta Associazione,
    mi occupo, a livello sociologico, del problema della violenza, sia essa delle masse come sulle donne, del bullismo e quant’altro. Esiste un insegnamento alla violenza che, inavvertitamente, trasmettiamo già ai pargoli, sia nell’ambito familiare che a livello istituzionale e del quale non se ne parla.
    Nei convegni si accenna sempre alla violenza, ai suoi effetti e come opprimerli, ma non si parla mai delle cause le quali, se consapevolmente gestite, annullerebbero l’aggressivo fenomeno già alla radice.

    Propongo pertanto una mia collaborazione, sia con articoli che con incontri e didattica. Di conseguenza, volendo inviarVi ulteriori informazioni sul mio operato, avrei bisogno d’un Vostro indirizzo e-mail.

    Cordiali Saluti . . . . . Klaus von Lorenz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.