La Mostra fotografica “Terra” di Sebastiao Salgado a Vicenza presso “La Locomotiva”

Il Movimento Gocce di Giustizia

presenta la Mostra FotograficalocandinaA mostra Salgado e serata culturale (Gocce e Locomotiva)

TERRA di Sebastião Salgado

dal 5 novembre al 1° dicembre 2018

presso “La Locomotiva”: Centro dei Ferrovieri – Via Rismondo 2 (piano terra Centro Civico zona 7) – Vicenza

 

(orari di apertura: da lunedì a venerdì 9.00-12.00, martedì, mercoledì e giovedì 16.00-19.00, sabato 16.00-19.00)

In occasione della mostra avverrà la serata socio-culturale:

“Dalla terra privatizzata alla Madre Terra”

Relatore: Adriano Sella

Data: giovedì 22 novembre ore 20.30

Luogo: sempre presso “La Locomotiva” a Vicenza

 

clicca qui per scaricare il pdf locandina mostra Salgado e serata culturale (Gocce e Locomotiva)

Movimento Gocce di Giustizia su “I figli impoveriti di Madre Terra”

gocceIl Movimento Gocce di Giustizia realizza, domenica 14 ottobre, un pomeriggio sul tema “I Figli impoveriti di Madre Terra”, presso il convento di S. Maria del Cengio a Isola Vicentina. Verrà presentato il nuovo laboratorio “Cosa c’è dietro al nostro cellulare?”. I presenti potranno partecipare al nuovo laboratorio interattivo. Vedi tutto il programma nella locandina.

Locandina Incontro 14 ottobre 2018

 

VicenzaMondo: una rete di gruppi per realizzare l’evento nel 2019

VicenzaMondo

un evento per sensibilizzare la cittadinanza

ad aprirsi ai problemi e alle sofferenze della nostra mondialità

 

 VicenzaMondo logo

Che cos’è VicenzaMondo? È un evento che ha come obiettivo aiutare i cittadini di Vicenza ad aprirsi ai problemi del mondo, superando l’indifferenza e cercando di capire come affrontarli per costruire giustizia e pace.

Quando è avvenuto? VicenzaMondo venne promosso nel 1999 dal Movimento Gocce di Giustizia. Le altre associazioni partecipavano in forma di adesione nelle prime due edizione. Successivamente, il movimento Gocce di Giustizia costituì una rete di gruppi e associazioni per la costruzione di tutto l’evento. VicenzaMondo è stato quindi un evento gestito in maniera collettiva da una folta rete di associazioni e gruppi vicentini. Vennero realizzata 6 edizioni, l’ultima è stata nel 2007.

Oggi da chi sarà costruito? Sempre da una rete di associazioni e gruppi che mediante il metodo consensuale costruiranno tutto l’evento fino alla realizzazione. Il movimento Gocce di Giustizia promuove solamente questa rete.

Quali potrebbero essere le modalità di realizzazione? VicenzaMondo propone conferenze (con la presenza di importanti relatori), dibattiti, musiche, mostre, proiezione di video tematici, momenti conviviali e banchetti dei vari gruppi e associazioni che partecipano alla rete. E altri strumenti strumenti molto importanti per poter sensibilizzare e creare una coscienza solidale e attenta alle sfide contemporanee.

Tempo di riprendere l’evento? Sì, è il tempo di rimettere in piedi VicenzaMondo perché oggi è grande la sfida nel superare l’indifferenza nei confronti delle sofferenze dei popoli, dei diversi e degli immigrati, anche dei poveri e ultimi che sono in casa nostra.

Vuoi partecipare alla Rete di VicenzaMondo? Mandaci un’email e ti inviteremo per la prossima riunione che è stata fissata per martedì 16 ottobre.

Ti aspettiamo.

Segreteria della Rete VicenzaMondo

info:

cell. 3462198404 (Adriano)

e-mail: goccedigiustizia@gmail.com

sito: www.goccedigiustizia.it

Le foreste che bruciano a causa dell’olio di palma

Basta olio di palma che distrugge le foreste

Le grandi multinazionali del cibo vogliono continuare a produrre e vendere sempre più olio di palma.
Ma la foresta non è un discount: per piantare palma da olio ogni giorno vengono distrutti ettari di foreste e animali unici come gli oranghi rischiano l’estinzione.
La produzione industriale di olio di palma distrugge il Pianeta: le aziende devono assumersi le loro responsabilità.

olio di palma foreste che bruciano

Le foreste nel piatto

L’olio di palma è presente in gran parte dei prodotti che acquistiamo. È una materia prima a basso prezzo per le multinazionali che lo commerciano, ma il suo prezzo reale è molto più alto: per poter espandere in maniera indiscriminata le piantagioni di palma da olio (dal cui frutto si ricava l’olio di palma), le torbiere vengono drenate, le foreste vengono bruciate e gli animali perdono il loro habitat naturale.

Inoltre queste piantagioni sorgono su terreni che le multinazionali sottraggono -a volte anche con violenza- alle popolazioni locali. Chi lavora queste terre è vittima di sfruttamento ed esposto a pericolosi pesticidi.

 

Vedi tutto l’appello di Greenpeace e firma la petizione   olio di palma che fa bruciare le foreste

Noi siamo Madre Terra

Questo laboratorio nasce da un’idea semplice e importante, supportata da un pensiero medico-flosofico che
risale al Medioevo (riferimento a Paracelso): che in tutti noi esseri umani esiste un codice dell’immagine della
natura, una traccia, un segno evidente che ci ricollega al creato e che ritroviamo nel nostro stesso corpo, nei nostri
organi: la Signatura Rerorum (Firma delle Cose).
L’obiettivo quindi non è solo quello di dimostrare che frutta e verdura sono alimenti privilegiati per la nostra
salute ma anche di esprimere la relazione tra ognuno di noi e l’armonia del creato, di cui tutti indistintamente
facciamo parte dato che tutti noi abbiamo un corpo. Questo ci rende tutti simili e tutti speciali.

Materiale da scaricare:

Oggi, 1° agosto, è il giorno del superamento del 2018 (Earth Overshoot Day)

Il giorno del superamento,

chiamato Earth Overshoot Day,

del 2018 accade proprio oggi il 1° agosto.

Giorno del supermamento 2018

Si tratta del giorno in cui la popolazione mondiale ha già consumato tutte le risorse terrestri – frutta e verdura, carne e pesce, acqua e legno – disponibili per il 2018 e così inizia a sovrasfruttare il pianeta.

EOD_Info_graphic_2018_v3

 

Se tutti gli abitanti del mondo vivessero

come gli italiani sarebbe accaduto il 24 maggio.

2018-Country-Overshoot-Days-large

 

 

Il sentiero della Sobrietà a Gambugliano nella località Madonna delle Grazie

Il Sentiero della Sobrietà

presso la località Madonna delle Grazie a Gambugliano

 

6

 

 

2

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo sentiero educa a capire cos’è la sobrietà e cosa fare per poter viverla. per l’appoggio

Ci sono 20 soste da fare, seguendo i cartelli esposti lungo il cammino e contrassegnati dal numero.

Nelle tabelle ci sono delle frasi, slogan, immagini e foto, che aiutano a capire che cos’è la sobrietà e cosa si può fare, per poter viverla mediante nuovi stili di vita.

Il Sentiero deve essere fatto con lentezza, per fermarsi a leggere, osservare e contemplare le proposte esposte nei cartelli, parlandone insieme con gli altri viandanti.

Il sentiero si trova sotto la Trattoria Sella, sulla strada sterrata che da Madonna delle Grazie va verso Monteviale. Rimane installato fino alla fine di settembre. 3

Ringraziamo la Parrocchia di Gambugliano per la collaborazione, come pure la Trattoria Sella per l’appoggio.

Vi invitiamo a visitarlo.

Il movimento Gocce di Giustizia

4

 

 

 

8

 

 

 

 

 

1

 

 

7

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

9

 

 

5

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

in #MagliettaRossa per fermare l’emorragia di umanità con la prospettiva di Gocce di Giustizia

maglia rossa

7 luglio in #MagliettaRossa

per fermare l’emorragia di umanità

 
h. 18:30 – Flash mob a Vicenza, Piazza Castello: tutt* con una maglietta rossa!
(ritrovo h. 18:00, Esedra di Campo Marzo)
 
“La sfida dell’immigrazione è una sfida cruciale del nostro tempo, quella che più di altre ci pone davanti ad un bivio: da una parte diventare una società aperta e accogliente, dall’altra diventare una società chiusa dominata da aggressività e paura. Mettersi nei panni degli altri è il primo passo per costruire un mondo più giusto” (Luigi Ciotti)
 
Rosso è il colore dei vestiti e delle magliette dei bambini che muoiono in mare e che a volte il mare riversa sulle spiagge del Mediterraneo.
Anche tu, sabato 7 luglio indossa una #magliettarossa per #fermarelemorragia di umanità!
 
 
Promotori: ANPI, ARCI, Arciragazzi Vicenza, Arci Servizio Civile Vicenza, ASOC, Festambiente Vicenza, Legambiente Volontariato Vicenza, Libera – associazioni nomi e numeri contro le mafie, Non dalla guerra, SiAmo Vicenza, Movimento Gocce di Giustizia
 

Prospettiva sollecitata dal Movimento Gocce di Giustizia

Cari cittadini e care cittadine dell’Italia e dell’Europa,

voglio rivolgermi a voi, ma soprattutto a tutti coloro che sono convinti di risolvere il problema dell’immigrazione con la moneta dell’elemosina o del respingimento.

(…)

È bene prendere coscienza che le paure verso gli immigrati non hanno confini e per questo si stanno insidiando, come un boomerang, dentro al proprio vicinato e fino all’interno delle nostre case. Il diverso di cui avete paura non assume solamente il volto dell’immigrato, ma anche le facce di tutti coloro che esprimono le diversità dal nostro modo di vivere, di pensare e di essere.

(…)

Sono d’accordo con voi: l’assistenzialismo che assume il sapore di buonismo non risolve il problema di questi sempre più imponenti fenomeni migratori. Ma neppure la vostra tendenza di respingimento o di alzata di muri. Ammettiamolo: nessuno delle due tendenze riesce a rimuovere le cause strutturali di questi fenomeni migratori sempre più gravi e dolorosi per tutti.

(…)

Per poter aiutarli davvero a casa loro, bisogna partire dalla presa di coscienza che le migrazioni dei barconi sono forzate e non volute e neppure scelte.

(…)

L’esempio emblematico ce l’abbiamo tutti nelle nostre mani: si chiama cellulare o smartphone per i raffinati del linguaggio.

(…)

Siamo disposti ad avere un cellulare che usi un’altra filiera economica? Impegnata a pagare un prezzo giusto ai lavoratori con condizioni umane dignitose? Senza favorire guerre in loco per impossessarsi del prezioso minerale? Facendo un uso sobrio e dando lunga vita al nostro smarthphone per non fare tanti rifiuti elettronici?

Ecco quindi cosa significa davvero aiutarli a casa loro: rimuovere le cause strutturali che generano le migrazioni forzate, ossia lavorare a monte e non solamente a valle.

(…)

Dipende da noi! Uniamoci per rendere il mondo bello con i colori delle diversità.

 

N.B. Leggi tutta la lettera di Adriano Sella – Vogliamo giutizia e solidarietà intelligente e non assistenzialismo o respingimento